Giancarlo Bartoli professionista ProntoPro

Giancarlo Bartoli

1 2 3 4 5
4 Recensioni

Informazioni

Vivo ed opero nelle Marche, a Porto Recanati. Da molti anni svolgo l'attività di chef alla quale sono giunto dopo un lungo percorso come pasticcere. Sono un appassionato della cucina ... Leggi tutto tradizionale marchigiana, " la regina della casa" dei contadini e dei pescatori nei giorni di festa. Cucinare è per me "un fatto agricolo", un sacro patto con la terra, è la celebrazione delle tradizioni e dei cibi unici ed autentici di questa regione meravigliosa, è un modo gentile di dire grazie alla fatica dei contadini ed al coraggio dei pescatori. La mia è un'umile arte popolare ereditata da mia nonna Anita, cuoca-contadina nelle case dei ricchi signori di Ancona e da mio nonno e mio padre panettieri e pasticceri conoscitori dei grani antichi e dei lieviti naturali. Porterò a casa tua gli aromi ed i colori dei giorni di festa con la promessa di un'esperienza carica di significato per te ed i tuoi commensali . Preparo menù di carne e di pesce secondo le ricette tradizionali marchigiane, la pasta fresca e gli gnocchi fatti al momento solo con materie prime locali ed i più golosi dolci tradizionali di pasticceria seguendo le ricette della mia famiglia.

Verificato
Verificato
20 Anni di attività

Recensioni

5.0
1 2 3 4 5
4 Recensioni
Serenella S.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Maurizio B.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Cuoco preparato e versatile, specialista nella preparazione di pietanze a base di pesce. Ottima la zuppa di vongole. Assolutamente serio e professionale.
Diego S.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Giancarlo Bartoli sa fare quello che fa, perché ci mette passione, impegno, determinazione all'ennesima potenza, sempre. E non è solo completo da in punto di vista professionale, ma ... Leggi tutto anche un ottimo interocutore che sa dare spazio e tempo nella relazione con l'altro, ascoltando e accogliendo in modo empatico. Una persona veramente speciale ed unica che vale la pena conoscerla e se possibile frequentarla per avere un'esperienza umana come poche!
Mario Alberico P.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Molto serio e professionale, sempre attento e disponibile e ottimo carattere.

Foto

Posizione

Pin
Porto Recanati

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Sono contro il "progresso gastronomico", contro la spettacolarizzazione della cucina, contro i piatti pieni di forma e vuoti di contenuti. Per le mie preparazioni non uso i cibi industriali del supermercato. I miei fornitori sono i contadini, i piccoli produttori ed i pescatori. Compro solo olio extravergine d'oliva di frantoio. I miei idoli non sono i grandi chef della televisione ma le massaie di campagna ed i "cucinieri di bordo" (cuochi delle barche da pesca). I miei piatti non piacciono a chi ha il palato e l'olfatto rovinati dal cibo industriale e dagli aromi artificiali. La mia " cucina delle feste" è equilibrata, con pochi grassi animali ma con sapori decisi. I miei dolci non sono assolutamente" light" perché credo che poiché la pasticceria è una cosa inutile debba essere buonissima.

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    A me piace mangiare il cibo dei miei antenati e condividerlo con le persone. Sono felice quando leggo negli occhi dei commensali la gioia di un incontro che va oltre l'atto del mangiare, un incontro di anime. Sento anche il dovere di raccontare le nostre tradizioni gastronomiche che, a differenza di altri territori, non sono molte né molto ricche ma autentiche.

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    Qualcuno mi chiede quali sono i segreti della mia cucina. Ne ho 3; rispetto la tradizione perché mi permette di fare grandi cose anche con poco, pago il giusto chi produce perché lo merita e mi riserva il meglio del suo raccolto, cucino soltanto quello che a me piace mangiare (purtroppo....quasi tutto :-) )

  • Hai qualche informazione particolare che vuoi condividere sul tuo lavoro?

    I miei clienti mi dicono che sono bravo con il salato e che sono molto bravo con il dolce, forse hanno ragione.

  • Hai qualche esperienza che ti piacerebbe condividere?

    Ho cucinato molte volte come volontario per i ragazzi dei campi scuola dei Salesiani. Sono sempre tornati a casa con qualche chilo in più.