Francesca Meddi professionista ProntoPro

Francesca Meddi

1 2 3 4 5
7 Recensioni

Informazioni

Designer con un'esperienza che spazia dagli accessori di lusso alla progettazione del paesaggio, con una spiccata sensibilità estetica sviluppata sia in Italia che in Giappone. Tecnico ... Leggi tutto progettista di spazi verdi diplomata alla Scuola Agraria del Parco di Monza, specializzata in giardini giapponesi. Laurea in lingua e cultura giapponese all'Università La Sapienza di Roma. Diplomata in Interior Design all'Accademia multimediale Pantheon di Roma. Ho vissuto due anni a Tokyo. Lo studio di progettazione Treelogy, da me fondato, raggruppa professionisti con esperienze e background complementari, permettendoci di progettare ogni sorta di spazio: dai terrazzi alle ville con giardino, dai parchi pubblici agli esterni per imprese alberghiere, dalle aree comuni condominiali agli interni di edifici di rappresentanza. Le nostre specializzazioni spaziano anche in aree collaterali: dal design di prodotto alla progettazione di interni, dai giardini terapeutici a quelli giapponesi. Per quanto riguarda il landscape e garden design, utilizziamo nel modo più appropriato fiori, arbusti, alberi e altre tipologie di essenze in base ai desideri e alle richieste del cliente adattandoli alle situazioni specifiche e ai vincoli economici, paesaggistici e ambientali di ogni contesto. I quattro passaggi del processo che dalla misurazione degli spazi conduce sino alla gestione del cantiere e alla consegna dell’opera finita PROCESSO DI PROGETTAZIONE 1) RILIEVO E STATO DI FATTO – MISURAZIONE DEGLI SPAZI Dopo aver registrato attraverso una prima consulenza gratuita i desideri e i bisogni della committenza, una volta che i clienti ci hanno conferito l’incarico, il nostro lavoro comincia dalla “fotografia” della situazione esistente. Visitiamo il sito e, con una serie di misurazioni, ne registriamo tutte le caratteristiche: dimensioni, presenza di specie vegetali, impianti esistenti, criticità in termini di esposizione, confini, servitù, problemi tecnici. Il tutto si traduce in un documento chiamato “stato di fatto”: su questa tavola riportiamo tutte le informazioni che abbiamo rilevato direttamente o da documenti di terzi (catastali, progettuali, di impiantistica). Questa è la base per qualsiasi lavoro successivo di progettazione. 2) DESIGN-PROGETTO PRELIMINARE E DEFINITIVO La seconda fase è il cuore creativo del percorso: in questo momento, in costante dialogo con la committenza, mettiamo la nostra esperienza professionale e il nostro talento estetico al lavoro per definire un progetto preliminare che disegniamo su una serie di tavole. Dagli schizzi iniziali, una volta presentati al cliente e ottenutane l’autorizzazione, passiamo poi al lavoro di dettaglio che conduce al progetto definitivo. Questo contiene non solo il design degli spazi, con le diverse funzioni loro attribuite, ma anche la selezione dei materiali, la scelta delle essenze vegetali, l’eventuale inserimento degli impianti. A queste decisioni corrisponde il computo metrico che offre una prima quantificazione dell’investimento complessivo. Questo materiale si traduce in una serie di presentazioni cartacee e digitali, attraverso software appositi per la progettazione del verde e la presentazione statica e in movimento durante le diverse ore del giorno e le differenti stagioni. 3) PROGETTO ESECUTIVO – TAVOLE TECNICHE E PIANO DI PIANTAGIONE La terza fase è quella della progettazione esecutiva: qui entrano in gioco le competenze tecniche di architettura, ingegneria e botanica. Integriamo i disegni architettonici con i calcoli ingegneristici delle eventuali strutture da inserire, verifichiamo i vincoli urbanistici e paesaggistici, inseriamo le scelte delle diverse varietà colturali delle specie vegetali individuate insieme al cliente. Il risultato finale è una documentazione esaustiva che può essere immediatamente consegnata nelle mani delle ditte chiamate a eseguire i lavori. Questo dossier comprende le tavole di insieme e quelle di dettaglio, compreso il piano di piantagione con i computi metrici finali redatti una volta selezionati i fornitori. Il nostro lavoro può terminare qui oppure, se il cliente lo desidera, passare alla fase della direzione lavori. 4) DIREZIONE LAVORI – CANTIERE E SICUREZZA Nell’ultima fase che conduce alla consegna dell’opera, su eventuale mandato della committenza, il nostro lavoro consiste nella direzione del cantiere. In questo caso ci togliamo i panni dei progettisti e indossiamo quelli dei tecnici specializzati. In caso di interventi di manutenzione o costruzione, il nostro background professionale include infatti anche corsi di specializzazione e abilitazione alla gestione di questo passaggio riconosciuti dalle istituzioni. Questo consiste nel controllo che il percorso di costruzione corrisponda al progetto, ma anche nella verifica scrupolosa del rispetto delle norme di sicurezza degli impianti e del lavoro, per un risultato finale in grado non solo di passare i controlli pubblici ma soprattutto di rispettare gli standard di qualità più rigorosi. In definitiva grazie all'integrazione delle competenze di design e di ingegneria edile e architettonica, siamo in grado di assistere i clienti in ogni passaggio dell'opera, comprese pratiche edilizie, sicurezza, cantieristica e direzione lavori. Assicuriamo la realizzazione di strutture complesse integrate anche con sistemi di illuminazione, irrigazione e sicurezza. Avendo due sedi, una a Monza e Brianza ed una a Roma, operiamo in tutta Italia.

Verificato
Verificato
3 Anni di attività

Recensioni

5.0
1 2 3 4 5
7 Recensioni
Massimo C.
1 2 3 4 5
Verificata
1 mese fa
 per 
Progettazione e realizzazione giardini
Massima disponibilità e cortesia. Ottima valutazione
Stefano S.
1 2 3 4 5
2 mesi fa
Competente e disponibile, ci ha accompagnato con pazienza fino alla definizione del progetto finale, nonostante il periodo di pandemia non semplice. Senz’altro da consigliare.
Emanuele C.
1 2 3 4 5
Verificata
6 mesi fa
 per 
Architetto
Contattata per un preventivo!! Molto veloce e cordiale nei modi.. Se il mio acquisto immobiliare andrà a buon fine terró sicuramente in considerazione l’offerta di Francesca!! ...??????
Francesca Meddi
Risposta del professionista
Grazie mille, Emanuele!
Stefano S.
1 2 3 4 5
Verificata
7 mesi fa
 per 
Progettazione e realizzazione giardini
Jo M.
1 2 3 4 5
Verificata
1 anno fa
 per 
Progettazione e realizzazione giardini
bravissima,molto chiara sulla spiegazione,sempre disponibile,
Marica B.
1 2 3 4 5
1 anno fa
Lavoro estremamente professionale. Grande senso estetico e notevoli capacita’ progettuali. La sua sensibilita’ artistica rende i suoi progetti unici
Patrizia T.
1 2 3 4 5
1 anno fa
professionista seria ed affidabile. Ogni progetto è una creazione artistica. Da consigliare assolutamente

Foto

Posizione

Pin
Vedano al Lambro

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Assicuro a ciascun cliente attenzione, ascolto e rispetto, senza risposte prêt-à-porter, ma con risposte differenti in base ai bisogni, alle disponibilità economiche e al differente impatto ambientale: in termini di impronta ecologica, ad esempio quanto a consumi di acqua, di energia per la manutenzione, di interrelazioni con le altre specie presenti, nel caso di una progettazione del verde. Ho una sensibilità molto vicina a quella giapponese, in particolare, e al pensiero orientale in generale, per il quale l'essere umano è parte integrante della Natura. Mi sono specializzata nella progettazione di giardini giapponesi tradizionali sotto la guida di due maestri niwashi: Hiromi Hoshi e Sachimine Masui. I miei lavori di progettazione del giardino cercano di raggiungere l'integrazione tra "interno" ed "esterno".

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    Il mio lavoro è per me fonte di grande gratitudine verso il Tutto: mi permette di coniugare le mie passioni per il design, la creatività e di essere a contatto con la Natura, la vera Bellezza. Poter aiutare le persone a realizzare il proprio "Paradiso", il proprio giardino, mi dà grande soddisfazione: mi fa sentire utile, mi fa sperare di apportare un giovamento all'Anima delle persone.

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    Una delle domande più frequenti che pongono i clienti è la progettazione e realizzazione di un giardino o di un terrazzo che non preveda manutenzione. Lo spazio verde (che sia un giardino o un terrazzo) è uno spazio vivo, che muta nel tempo. Le piante sono esseri viventi, come tali hanno bisogno di cure. Non esistono spazi verdi che non necessitino di manutenzione. Esistono però tipologie di piante che bisognano di un BASSO apporto idrico. E' molto importante anche realizzare un giardino o un terrazzo in cui le piante possano vivere serenamente, ossia in un ambiente in cui riescano ad adattarsi perfettamente. Scegliere la pianta giusta per un determinato ambiente è il primo passo anche per un risparmio manutentivo. E' la scelta giusta per una gestione del verde SOSTENIBILE.

  • Hai qualche informazione particolare che vuoi condividere sul tuo lavoro?

    Grazie all'integrazione delle competenze di design e di ingegneria edile e architettonica, siamo in grado di assistere i clienti in ogni passaggio dell'opera, comprese pratiche edilizie, sicurezza, cantieristica e direzione lavori. Assicuriamo la realizzazione di strutture complesse integrate anche con sistemi di illuminazione, irrigazione e sicurezza. Grazie al Bonus Verde è possibile detrarre il 36% delle spese sostenute per una serie di interventi, compresa la progettazione, di sistemazione a verde degli immobili ad uso abitativo. La detrazione spetta anche per gli interventi effettuati sulle parti comuni esterne dei condomìni. Potete visionare il nostro lavoro sul sito www.treelogy.it

  • Hai qualche esperienza che ti piacerebbe condividere?

    Sono stata invitata a tenere una lettura sui castelli del Giappone al MIDEC di Laveno sul Lago Maggiore nell'Aprile del 2016, in occasione del 150° anniversario del trattato di Amicizia fra Italia e Giappone. Abbiamo partecipato a "Flora et Decora" a Milano come studio di progettazione nell'edizione primaverile del 2018. Occasione in cui ho tenuto una lettura sulla storia del giardino tradizionale giapponese. Nell'ottobre 2018, ho partecipato come studio Treelogy a "I Giardini della Landriana", ad Ardea (Roma), tenendo consulenze di progettazione di spazi verdi.