Andrea Petrone - Drummer professionista ProntoPro

Insegnante di Batteria

1 2 3 4 5
6 Recensioni

Informazioni

ANDREA PETRONE - Chi è Andrea inizia a suonare all'età di 14 anni. Cresce nel varietà, nelle orchestre avanspettacolo, dove comincia a lavorare come percussionista e batterista. E' ... Leggi tutto il Maestro Nino d'Adamo a dar vita ad una attività musicale senza tregua, regalandogli il primo paio di bacchette, seguite da lezioni impagabili, che continuano fino a quando il maestro D’Adamo decide di lasciarci. Poi è il Maestro Trincerone Vittorio ad accompagnarlo per circa 3 anni, nelle più svariate situazioni, con il quale instaura un rapporto di stima reciproca. Il Maestro Valentino Borrillo, fisarmonicista nonché zio di Andrea, gli impartisce le nozioni di teoria musicale e gli propone di lavorare come percussionista nei suoi concerti. E nel frattempo gli consiglia di iscriversi al Conservatorio di Benevento per intraprendere lo studio delle percussioni classiche. Per ben due anni tenta l’audizione al primo anno, non riuscendo però a superarlo. Così, giunge a Napoli, culla dei batteristi e fonte ritmica italiana per eccellenza, nella scuola del Maestro Umberto Guarino, noto didatta. Trascorrendo due anni in un ambiente metropolitano ricco di ritmi e suoni, senza tralasciare i rudimenti e i fondamentali della batteria, impreziositi dal didatta napoletano e dal suo modo speciale di condurre le lezioni. Parallelamente suona con diverse formazioni rock e collabora quasi sempre con l'amico pianista e cantautore Saverio Martucci e con il bassista Carmine Facchiano. Segue una breve parentesi annuale con il Maestro Gennaro Damiano, valente percussionista classico, conosciuto in precedenza all’audizione in conservatorio a Benevento. Per poi seguire i seminari e le lezioni di Jack Tama, noto percussionista romano, con il quale vive un approccio alle percussioni con un'impronta afro, purtroppo recentemente scomparso. Quattro sono gli anni che lo vedono protagonista dei tour estivi del cantautore Nicola di Bari, come batterista ma non solo. Il 2007 è invece l'anno in cui è il destino a portarlo a Milano, per un colloquio di lavoro che nulla a che vedere con la musica. Ma è bastata un audizione con il grande Maestro Tullio de Piscopo per intrattenerlo a Milano per quasi 5 anni, frequentando i diversi corsi tenuti dal Maestro presso la Nam di Milano, nota accademia di musica moderna. Trascorre molto tempo con il Maestro De Piscopo e il suo collaboratore Matteo Mammoliti, con lo spirito di apprendere qualsiasi cosa girasse intorno al mondo della batteria. Un'esperienza che lo arricchisce parecchio e che gli ha permesso di instaurare uno stretto rapporto con entrambi. I club e i teatri milanesi che vedono alternarsi musicisti straordinari, diventano un punto di riferimento per Andrea, dove grazie anche al Maestro de Piscopo ha modo di conoscere personaggi come Luciano Sportiello, Paolo Tomelleri, Sergio Farina, Lino Paturno, Andrea Ponza, Fabrizio Bernasconi, Fabrio Bosso, Patrizia Conte, Mattia Cigalini, Luciano Milanese, Riccardo Fioravanti, Flavio Boltro, Bobby Watson. Andrea conclude il percorso accademico in Nam nel 2011, con il conseguimento dell'Attestato di Competenza, legalmente riconosciuto ai fini della legge regionale n.19/7. Tenta l’audizione (3/10/2011) presso il conservatorio di Milano per il triennio in batteria e percussioni jazz, tenuta dal Maestro Stefano Bagnoli. Andrea è tra gli 8 idonei prescelti, ma il sogno sfuma per mancanza di posti: resta solo un solo posto per accedere. Dal 2011 in poi ha avuto modo di rilavorare con Martucci in diversi contesti musicali, mettendo in pratica consigli e suggerimenti del Maestro De Piscopo, che in tantissime situazioni gli hanno donato visibilità oltre ad essere apprezzato e stimato. Oltre alle attività di turnista, inizia anche quella didattica, pur avendo pochissimo tempo a disposizione: sono diversi i ragazzi che privatamente si sono affidati e si affidano a lui. Un'esperienza che lo arricchisce e gli permette di capire alcuni insegnamenti del Maestro De Piscopo. "I giovani sono una ricchezza per un musicista, aiutano a capire molto cose e ad aumentare il proprio bagaglio musicale", ripete spesso. Comincia poi la collaborazione con la cover band di Gianna Nannini “Kolossal” in veste di percussionista, alternata a formazioni di musica popolare come i Kanticantika con la quale suona per un lungo periodo, entrando in un mondo del tutto nuovo, ed interessante, quello degli strumenti a cornice. Grazie a Vincenzo Cicchiello, un caro amico tamburellista, cultore e conservatore della tradizione popolare, ha avuto modo di conoscere una realtà fatta di grandi musicisti che vivono ed hanno arricchito la tradizione popolare. Cicchiello, grazie alle sue cene alle quali prendono parte personaggi come Carlo Faiello noto musicista ed arrangiatore, Marcello Colasurdo, Peppe Sannino percussionista dell’orchestra italiana, ha modo di conoscere parlare e qualche volta anche cimentarsi in jam session con loro. L’idea è di Vincenzo Cicchiello quella di fondare il gruppo “La Paranza di Monte Acero”con il quale Andrea collabora tutt’ora. Entra a far parte degli “Ekos qua” un'altra formazione diretta dallo zio fisarmonicista Valentino Borrillo e da Pablo Gatto al contrabbasso, nonché cugino del noto batterista Roberto Gatto. Con l'amico pianista Martucci, affiancato da Giacinto Jannace, Matteo Agostinelli, ha modo di conoscere e lavorare con il Maestro Beppe Vessicchio, nel Tour Conad 2015, per alcune date. Tour in cui Andrea ha avuto modo di condividere il palco con Ciro Manna, Salvatore Mufale, e il Sestetto Armonico diretto dal Maestro Vessicchio.Continuando a lavorare con l’amico pianista, ha modo di lavorare con Tasha Rodrigues, in diversi contesti musicali,tra cui anche festival di musica africana, data la realtà che Tasha rappresenta, alternando serate con varie formazioni nate nei vari club romani,con vari personaggi di rilievo come Giovanna Famulari, violoncellista di Ron, Dario Rosciglione noto contrabbassista, e Clara Simonoviez, cantante jazz di origini francese. Attualmente è parte del progetto con Martucci,tra cui ci sono importanti novità, ed è parte attività anche di un altro progetto di Christian Palladino. Con il quale ha girato un video di un suo brano, dal titolo “Mia Signora” nel quale c’è la partecipazione del Onorevole Stefania Pezzopane e del suo compagno Simone Coccia Colaiuta. Andrea ha preso parte anche a numerosi seminari e stage con personaggi del calibro di John Robinson, Gregg Bissonette, Peter Eriskyne, Walfredo Reyes, Ernestico, Dave Weckl, Benny Grebb, Thomas Lang, Gavin Harison, Claudio Mastracci, Ezio Zaccagnini, Cristian Meyer, Max Furian, Roberto Gualdi, Marco Volpe, Stefano Bagnoli, Ellade Bandini, Andre Ceccarelli, Giovanni Giorgi, Claudio Romano e Luca Capitani. Offro lezioni individuali e collettive di batteria, a seconda delle esigenze e del livello, sono un musicista/didatta professionista. Disponibile a spostarsi.

Verificato
Verificato
12 Anni di attività

Recensioni

5.0
1 2 3 4 5
6 Recensioni
Simona S.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Ho avuto modo di conoscerlo, una bella persona e un musicista straordinario...
Manuela P.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Era già tutto molto chiaro, fin da piccolino percuoteva di tutto, sono molto felice per lui, in parte quello che voleva si é concretizzato... Per il resto c è tempo, ma credo sia sulla ... Leggi tutto buona strada....
Insegnante di Batteria
Risposta del professionista
Spero sia la strada giusta.. Grazie mille per aver ricordato una parte della mia infanzia musicale..
Andrea M.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Una persona molto positiva, molto attenta, direi una persona come poche..
Insegnante di Batteria
Risposta del professionista
Sono in debito..
Andrea M.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Bella come idea!!!
Giuseppe P.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Ho sempre condiviso e supportato la sua grande passione, non posso che essere orgoglioso di lui, stimato e apprezzato, per la sua professionalitá..
Insegnante di Batteria
Risposta del professionista
Grazie di cuore...
Nadia P.
1 2 3 4 5
3 anni fa
il Maestro cosi l ho sempre chiamato!!! Attento,determinato, paziente miticoloso, preparato ma al contempo divertente, così da non rendere noisa la lezione.. che dire: ci mette ... Leggi tutto il cuore si, ci mette l anima.. una volta mi ha detto : la batteria è la mia prima donna!! è lei che mi aiuta nei momenti bui, è lei che mi da tante soddisfazioni, mi rilassa, mi fa stare bene, mi rende libero... ecco lui è questo: un mix di tante emozioni.
Insegnante di Batteria
Risposta del professionista
è vero molte delle cose affermate sono uscite propria dalla mia bocca, ti ringrazio per il commento, in qualche modo mi devo sdebitare..!!!!

Foto

Posizione

Pin
Benevento

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Mi ritengo una persona molto disponibile, credo si il mio modo di condurre le lezioni a differenziarmi dai miei diretti "concorrenti"

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    Amo la musica, ed amo il mio strumento, la batteria..

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    Rispondo con la massima sincerità, alle più svariate domande.

  • Hai qualche informazione particolare che vuoi condividere sul tuo lavoro?

    Lo faccio con piacere.

  • Hai qualche esperienza che ti piacerebbe condividere?

    Di esperienze da condividere ne ho diverse, preferirei parlarne di persona!!