Insegnante Pilates Matwork

Insegnante Pilates Matwork

Via Nuoro, 2, Milano, 20128 MI, Italia
Verificato
Verificato
Anni di attività
1
Anni di attività
Dipendenti
0
Dipendenti

Troviamo il professionista che stai cercando.

Recensioni

Galleria foto

Descrizione

Da sempre molto legata al movimento corporeo, da bambina pratico danza classica, che mantengo fino all’età adulta, partecipando anche a vari corsi di Teatrodanza. Nel 2006 incontro lo Yoga! Scopro come il movimento del corpo viene arricchito dallo sviluppo interiore della mente e dello spirito. Nel 2015, seguendo diversi corsi presso il CentrOlistico, ottengo il diploma di Istruttore internazionale riconosciuto da Yoga Alliance, International Yoga Federation e da SIS-ASC CONI. Nel 2016 continuo la mia formazione in Nuova Zelanda dove ottengo un diploma in Yin Yoga and Anatomy con Yin Therapy. Inoltre partecipo a vari workshops tra cui 'Yoga & Meridians' (con l’agopunturista Sally Flewelling), 'Food, nutrition and Life balance' (con la naturopata Tiffany McLuskie), 'Open body, open mind, open heart' (con Desiree Rumbaugh), 'Sound healing journey' (con Sika). Nella pratica privata approfondisco il mondo dello Yoga classico seguendo insegnamenti tradizionali del Matha Gitananda Ashram, passando prima dal metodo dello Yoga classico sviluppato da Sadhguru chiamato Ingegneria Interiore (vedi Isha Foundation). Nel 2018 ottengo il diploma con FIF in Pilates Matwork e inizio a dare le lezioni individuali o in piccoli gruppi a domicilio. Essendo madrelingua russa, e parlando fluidamente inglese, tedesco e italiano, integro questa ricchezza nel mio insegnamento per poter avvicinare la pratica di Pilates e dello Yoga a persone con provenienze, lingua e mentalità diverse, credendo fortemente nello sviluppo umano senza confini.

Intervista

  • Hai qualche informazione particolare che vuoi condividere sul tuo lavoro?

    Il mondo interiore di ognuno di noi è un vasto oceano, un cocktail sempre particolare basato su quattro dimensioni: corpo, emozioni, pensieri e energia. Ero sempre interessata a come noi uomini funzioniamo e perchè siamo quello che siamo. Cosa c'è sotto questa pelle, muscoli, ossa? Cosa c'è nella nostra testa? Nei nostri cuori? E come funzionano tra di loro? Sempre , inconsapevolmente, mi ponevo queste domande a me stessa studiandomi, ascoltandomi, guardandomi dentro chiudendo gli occhi ancora prima di incontrare lo Yoga. Ma da quando conosco lo Yoga ho trovato come farlo coscentemente e soprattutto da quando ho iniziato ad insegnare sto imparando ancora di più su di me che quando ero da sola a farlo. Ho capito che si impara condividendo, ascoltando sia se stessi che gli altri, provando a praticare insieme, senza giudicare, senza aspettare dei risultati, senza criticare altri o se stessi per quello che siamo. Semplice osservazione e piccoli passi verso la metà che ogni allievo vuole raggiungere queste sono le basi del mio insegnamento. Ascolto, dialogo, pratiche corporee, meditazione, mantra, canto, rilassamento, movimento dinamico o lento. Tutto questo cerco di trasmettere quando sono con i miei allievi, cercando di spiegare che lo Yoga è uno strumento, che ci può aiutare ad affrontare la nostra quotidianità ci può aiutare a crescere e superare i limiti, guardando sempre verso la meta più lontana, facendo pero passi piccolissimi e provando a essere felice con quello che abbiamo raggiunto al momento .