Rosalia Coci professionista ProntoPro

Parole col cesello - Traduzioni inglese-italiano e italiano-inglese

1 2 3 4 5
2 Recensioni

Informazioni

Mi definisco un'artigiana della traduzione, analogica e col cesello in mano. Metto lo stesso impegno per qualsiasi cliente, che si tratti di un romanzo da pubblicare o di una lettera ... Leggi tutto di presentazione, dello statuto di un'associazione o di un contratto, di una tesina per un esame universitario o la descrizione di una villa per un sito web. La qualità è ciò che più mi interessa, a prescindere dal compenso. Sono una traduttrice editoriale, ho 21 libri pubblicati con Sellerio Editore, ho esperienza in traduzioni tecniche, commerciali, in ambito turistico, medicina e saggistica, tesi di laurea, abstracts, tesine, lettere di presentazione e motivazione per studenti universitari, eseguo traduzioni dall'inglese all'italiano e viceversa. Per traduzioni lunghe, mi riservo di valutare il testo per presentare un preventivo forfettario che sia accettabile da entrambe le parti.

20 Anni di attività

Recensioni

5.0
1 2 3 4 5
2 Recensioni
Alice G.
1 2 3 4 5
2 anni fa
Rosalia è una traduttrice valida, preparata, seria e disponibile. È stata capace di ascoltare e di mettersi al servizio delle mie esigenze al fine di raggiungere i miei obiettivi. Consiglio ... Leggi tutto Rosalia perché oltre alle sue qualità professionali è una persona davvero piacevole.
Parole col cesello - Traduzioni inglese-italiano e italiano-inglese
Risposta del professionista
Grazie, Alice, della tua attenta recensione e della tua stima, sono felice di esserti stata utile.
Giuseppina G.
1 2 3 4 5
2 anni fa
Rosalia, la migliore traduttrice che si possa desidare: competente, attenta, sensibile e curiosa. L' anno scorso ha tradotto la mia tesi di laurea (molto complessa per la varietà di ... Leggi tutto argomenti trattati e delle terminologie usate) ricevendo inoltre complimenti da chi l'ha letta!La consiglio vivamente
Parole col cesello - Traduzioni inglese-italiano e italiano-inglese
Risposta del professionista
Grazie Giuseppina, sono davvero felice della tua disponibilità e delle tue generose parole. Ho imparato tante cose interessanti con la tua tesi, e spero presto di lavorare ancora per ... Leggi tutto te.

Foto

Posizione

Pin
Palermo

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Mi ritengo un'artigiana della parola, analogica e col cesello in mano, e meglio, nel cervello. Di digitale uso solo i miei dizionari, nessun aiutino tecnologico, nessuna memoria computerizzata, solo glossari redatti da me e tanta esperienza. Preferisco essere Captain America che non Iron Man.

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    La possibilità di entrare nella pelle dello scrittore, di assorbire la sua identità e farlo rinascere nella mia lingua, quindi di creare un gemello simbiotico assolutamente indipendente.

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    La domanda più comune è "Quanto tempo ci vorrà?"/"Quanto mi costerà?". Cerco sempre di rispettare gli impegni presi in partenza, a costo di ogni sacrificio. Ma più spesso sono io che faccio domande tipo: "Era questo che volevi dire, o quest'altro?". Spesso un concetto mi arriva anche se la forma scelta nella lingua di orgine non è delle migliori, ma devo sempre accertarmene prima, non posso essere del tutto libera nell'interpretare un testo.

  • Hai qualche esperienza che ti piacerebbe condividere?

    Ho lavorato alla mia prima traduzione dall'inglese a 14 anni, una commedia di Oscar Wilde cominciata durante il terzo anno delle medie e finita per divertimento durante le vacanze estive. Ho coltivato la mia passione al liceo, quando mi divertivo con le versioni di latino e greco e le dettavo ai compagni al telefono. All'Università ho cominciato a sognare di farla diventare un lavoro. Tutti gli studenti che non amavano tradurre - anche quelli che non mi conoscevano, ma ascoltavano le traduzioni che leggevo ad alta voce nelle ore di esercitazion - me le chiedevano in prestito. Le ho passate a così tanta gente che alla fine le ho perse, non ricordando più chi fosse l'ultima persona a cui le avevo date. Ho scritto la mia tesi di laurea sulla teoria della traduzione e traducendo un romanzo inedito, e poi ho sperato di avere un'occasione di mostrare il mio talento. E l'ho avuta proprio nella mia città, Palermo! Da allora ho tradotto 21 libri tra romanzi e saggi di letteratura, 1 guida turistica in inglese per un piccolo editore italiano, innumerevoli testi turistici per il web in inglese e italiano, articoli di medicina e di diversi ambiti tecnici, qualche contratto in inglese, pagine e pagine di saggi di ogni tipo, tesi di laurea, presentazioni, lettere di motivazione, ogni genere di testo.