Manuela Pavon professionista ProntoPro

Psicologia clinica, Psicologia del benessere e coaching

1 2 3 4 5
3 Recensioni

Informazioni

Sono una psicologa Clinica e di Comunità specializzata in PNL, Coaching e Intelligenza Linguistica e, attualmente, sto perfezionando la mia formazione presso la scuola di specializzazione ... Leggi tutto in psicoterapia dell'adolescente e del giovane adulto A.R.P. aD, Fondazione Minotauro. Nella mia pratica clinica, rivolta a preadolescenti, adolescenti e adulti, accompagno la persona ad acquisire maggior controllo dello stress, dell'ansia e del panico, delle abitudini disfunzionali, al fine di ritrovare un equilibrio nella propria vita quotidiana e familiare. All'interno di un approccio integrato, utilizzo anche tecniche cognitive e, nell'ambito della psicologia del benessere, attivo percorsi di formazione e crescita personale, rivolto a gruppi e a singoli, avvalendomi di tecniche di rilassamento corporeo e mindfulness per il potenziamento del benessere psicofisico. Propongo, inoltre, percorsi di Coaching e orientamento per la ridefinizione degli obiettivi personali, scolastici e lavorativi.

Verificato
Verificato
6 Anni di attività

Recensioni

4.7
1 2 3 4 5
3 Recensioni
Monica L.
1 2 3 4 5
Verificata
2 anni fa
 per 
Psicologo
Daniela A.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Molto brava e professionale!
Mario G.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Ottimo ed efficace risultato nella ridefinizione dei miei obiettivi e nella gestione dello stress in un periodo difficile.

Foto

Posizione

Pin
Romentino

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Accanto alla pratica terapeutica derivata dalla psicologia ad orientamento psicodinamico, in cui è centrale la narrazione di sé e della propria sofferenza, affianco un modello evolutivo focale e centrato sul presente, che consente di lavorare per obiettivi e focalizzarsi sul senso che il sintomo assume nello specifico momento del ciclo di vita in cui si presenta. Si tratta di un approccio attivo, in cui la persona viene accompagnata alla scoperta delle proprie risorse e a valorizzare ciò che può essere appreso e rafforzato, come importante fattore di resilienza.