Nicoletta Fiorentini professionista ProntoPro

Studio di fisioterapia di Nicoletta Fiorentini

1 2 3 4 5
14 Recensioni

Informazioni

Sono Nicoletta Fiorentini ,sono fisioterapista, ho lavorato presso la struttura ospedaliera della mia città per 33 anni, acquisendo esperienze lavorative in campo riabilitativo. Da ... Leggi tutto 9 anni ho aperto uno studio professionale a Gallarate, zona Crenna ; collaborano con me Matteo,esperto in tecniche di massaggio e osteopatiche e un team di medici specialisti La mia mission è , "portare la persona a raggiungere il miglior livello di vita possibile sul piano fisico ,funzionale ed emozionale attraverso la riabilitazione La maggior parte delle problematiche che tratto , sono inerenti alle patologie della colonna vertebrale in cui utilizzo le tecniche fisioterapiche più conosciute ( Mackenzie, Suchard, Mezieres, Raggi- Pancafit ecc ), completate sia da massoterapia per distendere meglio la muscolatura sia da consigli di igiene posturale da applicare nella vita di tutti i giorni.

Verificato
Verificato

Recensioni

4.8
1 2 3 4 5
14 Recensioni
Florence H.
1 2 3 4 5
Verificata
5 mesi fa
 per 
Fisioterapista
Marwan C.
1 2 3 4 5
Verificata
9 mesi fa
 per 
Fisioterapista
Mariarosaria M.
1 2 3 4 5
Verificata
1 anno fa
 per 
Ginnastica posturale
Gentile, professionale e disponibile.per la prima volta trovo dei benefici non posso fare altro che ringraziare lei e Matteo il massaggiatore
Studio di fisioterapia di Nicoletta Fiorentini
Risposta del professionista
Grazie, la sua recensione e' molto importante e premia il nostro impegno

Foto

Posizione

Pin
Gallarate

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Senz'altro ciò che mi differenzia dai miei colleghi é l'età e da quanto tempo esercito . Sono fisioterapista da 42 anni e amo il mio lavoro. Credo tantissimo nella fisioterapia e nell'efficacia del movimento, coinvolgo il mio paziente nel suo recupero pretendendo massima collaborazione Il mio impegno è quello di fornire un servizio tempestivo, (senza liste d'attesa) , per migliorare la salute del mio paziente dedicando a questo scopo tutto il tempo necessario. Ogni seduta dura sempre 45/60 minuti e in situazioni necessarie anche oltre ( con un costo inferiore al tariffario AIFI - Associazione Fisioterapisti Italiani Lombardia)

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    Ho scelto questa professione dopo la maturità tecnica , perché mi sembrava una professione stupenda e ancora oggi sono sicura di questa scelta...l'idea di poter far star meglio le persone e lavorare giorno dopo giorno con loro per trasmettergli la forza necessaria per " rimettersi in piedi", Il mio compito non è solo questo ma il più delle volte è quello di curare, nel senso di prendersi cura, prendersi carico dei bisogni del paziente, essere sostegno del suo cammino, qualunque esso sia, in modo da garantirgli dignità e qualità di vita. Curare é ciò che mi spinge a svegliarmi la mattina, è il bello del nostro lavoro. Far stare bene le persone. MI piace il mio lavoro perché sono sempre responsabile di quello che faccio

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    La prima seduta di fisioterapia è quella dove conosco il paziente, lo valuto, e posso impostare un trattamento iniziale. Il paziente spesso mi chiede:" Quante sedute farò?" E' difficile dare risposta.I cicli di cura possono essere di tre come di trenta sedute ,in relazione alla tipologia del disturbo da trattare. La durata non può essere definita a priori, è presunta in relazione all’andamento di trattamenti ed impostata secondo la patologia del paziente. In genere da tanto più tempo è presente una patologia e tanto più lunga è la durata della sua cura( una malattia grave o una frattura, ecc) ma spesso può succedere di risolvere definitivamente un problema anche solo in una singola seduta. Io faccio una proposta al mio cliente, il quale potrà accettare o modificare a seconda delle sue esigenze. Gli ricordo, inoltre, che i trattamenti sono sempre sospendibili senza che ciò comporti alcun danno o problema irreversibile e senza bisogno di alcun preavviso (se non quello di cortesia) Quanto dura la seduta e quanto costa? La seduta di fisioterapia ha una durata variabile. Il tempo della seduta deve essere adeguato a far sì che il terapista possa scegliere il miglior trattamento per il paziente ed eseguire tutte le manovre necessarie. Quando si va da un professionista si paga la sua professionalità, il suo tempo, il mantenimento dello studio e l'acquisto di apparecchiature strumentali (Tecar, BCRTerapia, ecc), informo il mio cliente sulla tariffa e sulla modalità di pagamento ( non chiedo acconti, il cliente paga ogni seduta che effettua) . ricordare che i trattamenti sono sempre sospendibili senza che ciò comporti alcun danno o problema irreversibile e senza bisogno di alcun preavviso

  • Hai qualche informazione particolare che vuoi condividere sul tuo lavoro?

    Il mio studio di fisioterapia offre questi servizi: - fisiochinesiterapia in ambito ortopedico-traumatologico, cardiopolmonare e neurologico -rieducazione posturale, trattamenti personalizzati come prevenzione e cura patologie vertebrali -riabilitazione vestibolare, vertigini, instabilità, equilibrio -protocollo riabilitativo di prevenzione osteoporosi -massaggio terapeutico -tecniche osteopatiche -riflessologia plantare I e II livello. Tra le terapie strumentali, la più innovativa è la B.C.R.Terapia, la tecnologia più avanzata nel trattamento del dolore sia in fase acuta che cronica. Onde particolari che accelerano il metabolismo tessutale, stimolando la produzione di ATP (il carburante delle fibre muscolari) anche del 500%.; accanto ad un effetto antalgico, viene stimolata la guarigione dei tessuti malati

  • Hai qualche esperienza che ti piacerebbe condividere?

    Tante sono le situazioni che affronta una fisioterapista.....Ogni caso ha la sua strada, ma in entrambi i casi il finale è a lieto fine…...Frattura…gesso…e fisioterapia! E’ la situazione più comune dove incontrare un fisioterapista. Una brutta caduta, un incidente, provocano una frattura e poi il recupero, ricominciare a muoversi anche se fa più paura e più male. Il fisioterapista accompagna questi giorni tranquillizzando il paziente sui movimenti che si possono fare, facendoli insieme a lui e, se necessario, accompagnandolo fino al recupero totale di un movimento fisiologico La parte più difficile, è riabilitare un ictus cerebrale. Un ictus è un evento quasi sempre tragico. Una parte del cervello viene danneggiata, il più delle volte definitivamente. A seconda delle zone del cervello colpite il danno si manifesta in diversi modi. Perdita dell’uso di un braccio, di una gamba, dell’equilbrio, della possibilità di parlare, di provare emozioni....Dopo un periodo iniziale si assestamento, Il fisioterapista lo prende per mano, cercando di stimolare il più possibile il cervello del paziente per fargli ritrovare le funzioni perse. Ci si scontra con pazienti immobilizzati a letto o in carrozzina, senza la capacità di comunicare, reticenti al trattamento. Sono inoltre percorsi lunghi dove a volte non si riesce a ottenere quanto sperato. La gioia di riportare una persona a camminare dopo mesi di sforzi è però una delle più grandi soddisfazioni del nostro lavoro