Elisabetta Rasicci professionista ProntoPro

Elisabetta Rasicci

1 2 3 4 5
10 Recensioni

Informazioni

2 Anni di attività

Recensioni

5.0
1 2 3 4 5
10 Recensioni
Cristina Z.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Efficienza e professionalità. Cinque stelle meritatissime.
Lorena L.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Ho avuto il piacere e l'onore di conoscere veridisquo, la loro professionalità, la passione e la determinazione che impiegano per realizzare un progetto. Hanno veramente del talento ... Leggi tutto da vendere.
Nicola C.
1 2 3 4 5
3 anni fa
Altissima professionalità ed esperienza.

Foto

Posizione

Pin
San Sebastiano al Vesuvio

Intervista

  • Cosa ti differenzia dai tuoi diretti concorrenti?

    Sicuramente ci differenzia la voglia di creare cose nuove e la tenacia. Non abbiamo paura di andare avanti, di investigare e spingerci laddove nessun network è ancora arrivato.

  • Cosa ti piace del tuo lavoro?

    L'avventura e la creazione di nuovi progetti, hanno un valore inestimabile e veder nascere e crescere qualcosa che hai anche pensato poco prima è sublime.

  • Quali domande ti fanno di solito i clienti e come rispondi?

    Generalmente mi chiedono quali sono i miei obiettivi e cosa voglio dimostrare ma anche e soprattutto cosa voglio. La mia risposta è quasi sempre la stessa, i miei obiettivi sono la realizzazione di un pensiero che mi frullava nel cervello, voler raccontare qualcosa di diverso e raccontarlo bene, voglio dimostrare che non sono solo i grandi canali a partorire serie tv o documentari ma anche le persone "comuni" riescono a farlo piuttosto bene e voglio fiducia. La fiducia sia personale ma soprattutto economica è alla base di un prodotto realizzato con dignità e ai massimi livelli.

  • Hai qualche informazione particolare che vuoi condividere sul tuo lavoro?

    Abbiamo realizzato un documentario su re Riccardo III e il suo funerale dopo 500 anni che cerca fondi ed un canale di distribuzione. Il trailer è disponibile su richiesta. Il documentario è stato girato tutto in Inghilterra, tra Leicester, Middleham, Fotheringay, Nottingham e Londra. Girato tutto con camera professionale, go pro e piccole videocamere leggere. Auto finanziato. Il documentario ha numerose interviste e lavori in grafica. Il tutto è stato girato con sole 5 persone, musica, montaggio e sceneggiatura è originale e realizzato da due sole persone.