Servizi più richiesti

L’annullamento di ogni tipo di evento, pubblico e privato, a causa del Coronavirus, ha avuto ripercussioni anche e soprattutto sul mondo dei matrimoni e dei servizi ad esso correlati. Le domande di servizi matrimoniali raccolte da ProntoPro sono calate del 78%, da gennaio ad aprile, e di quasi il 40% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Un impatto importante su un comparto che nel 2019, secondo Assoeventi, ha generato 10 miliardi di fatturato. L’associazione di Confindustria per i settori Events, Luxury e Wedding ha annunciato inoltre che sono già state annullate l’80% delle cerimonie previste entro settembre, e che l’obbligo di mascherine e distanze sociali potrebbe portare alla disdetta di quel restante 20% di nozze programmate per l’autunno, con conseguente slittamento di tutte le celebrazioni al 2021. Febbraio è solitamente il mese in cui si registra una maggiore richiesta di DJ e band musicali, a maggio cresce invece la domanda di catering per matrimonio.
Difficile immaginare che nel 2020 sarà confermato questo trend. Il settore potrebbe ricominciare a muoversi in settembre, quando, secondo l’Osservatorio ProntoPro, aumentano le ricerche della giusta location per il proprio matrimonio e di un competente wedding planner.

1
Stagionalità
Max
Min
2
Stagionalità
Max
Min
3
Stagionalità
Max
Min
4
Stagionalità
Max
Min
5
Stagionalità
Max
Min
Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
*”Stagionalità” indica il moltiplicatore di domanda tra il mese massimo e il mese minimo.
© ProntoPro

Matrimoni in Italia

La fotografia scattata da ProntoPro sulle abitudini degli italiani mostra una forte preferenza per il rito civile, scelto dal 69% delle coppie, spesso seguito da un banchetto in villa, con servizio al tavolo. I futuri sposi affidano alla ricerca online soprattutto la selezione della migliore location per il proprio matrimonio. L’87% degli italiani sceglie di mettere a budget, per la celebrazione delle proprie nozze, una spesa Standard, che l’Osservatorio di ProntoPro ha stimato aggirarsi intorno ai 14.000 euro.

Percentuale di coppie richiedenti questa opzione

Costo
Nessun dato disponibile
Professionista più richiesto
Nessun dato disponibile
Tipo di cerimonia
Nessun dato disponibile
Location
Nessun dato disponibile
Cibo
Nessun dato disponibile
Stile
Nessun dato disponibile
Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Preferenze sul tipo di cerimonia

Tra chi cerca online i migliori fornitori per l’organizzazione del proprio matrimonio, il rito civile vince su quello religioso, un trend in crescita anno dopo anno. I dati del 2020 raccontano che il 69% dei futuri sposi sceglie di sposarsi in comune, il 29% opta per la cerimonia in chiesa, mentre il 3% organizza una versione simbolica del rito che permette loro di scegliere location, celebrante, testo della celebrazione, ma che non ha alcun valore ufficiale.
I territori del Sud Italia evidenziano però una tendenza inversa, il matrimonio religioso è infatti stato scelto nel 2019 da più del 50% dei futuri sposi, in Campania la percentuale arriva fino ad un 68% di preferenze. L’Emilia Romagna risulta invece la regione d’Italia più secolarizzata, qui il matrimonio civile è stato la preferenza per ben il 73% degli sposi.

Religioso
Religioso
Simbolico
Simbolico
Civile
Civile
Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Servizi più richiesti per un matrimonio

La giusta location per le celebrazioni nuziali raccoglie il 50% delle richieste a livello nazionale, aggiudicandosi il primo posto in classifica fra i servizi più richiesti per il settore wedding. Fotografo e accompagnamento musicale vengono cercati rispettivamente dal 13% e dal 10% dei futuri sposi. Alcune regioni evidenziano delle peculiarità territoriali. I fioristi raccolgono meno domanda a livello nazionale, ma sono il secondo servizio più richiesto in Basilicata, con il 22% di preferenze. In Trentino Alto Adige il trucco sposa supera di 4 punti percentuali la domanda di fotografi. I wedding planner rientrano nella Top 3 dei servizi più richiesti in Toscana e Sardegna.

Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Location più scelte

Il matrimonio in villa resta anche quest’anno la location preferita dagli italiani per il ricevimento di nozze, lo sceglie una coppia su due. Il 26% si orienta sull'atmosfera fiabesca offerta dal castello, mentre il 20% opta per un più tradizionale ristorante. Di nicchia, ma comunque amate, location come cascina e borgo antico, scelte rispettivamente dal 4% e dal 5% dei futuri sposi.

Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Spesa media

La spesa media per l’organizzazione di un matrimonio in Italia si aggira intorno ai 25.000 euro, prendendo in considerazione tutti i professionisti che contribuiscono a rendere indimenticabile questa giornata: wedding planner, servizi di catering, fioristi, fotografi e videomaker, DJ e gruppi musicali, ma anche gli educatori incaricati di intrattenere i bambini. Attraverso lo studio dei preventivi stilati negli ultimi 12 mesi dai professionisti del settore, ProntoPro ha potuto definire un prezzo Standard di 14.000 Euro e un prezzo Premium che supera di poco i 36.000 euro. Su quale dei due investimenti ricade la preferenza degli italiani? Non è più il tempo di matrimoni eccessivamente sfarzosi, l’87% dei futuri sposi sceglie infatti di mettere a budget una spesa Standard per celebrare le proprie nozze, a fronte di un 13% di coppie che invece sognano ancora una cerimonia di lusso. Un dato comunque in calo rispetto al 2018, quando il matrimonio in versione Premium veniva richiesto dal 22% degli sposi. Analizzando i dati da un punto di vista geografico le regioni più disponibili a spendere sono quelle del Sud d’Italia: in Puglia in particolare le nozze Premium sono scelte ancora dal 20% delle coppie. Più parsimoniosi i liguri, qui il 93% degli sposi si orienta su nozze a prezzo Standard.

Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Tendenza delle richieste per servizi matrimonio durante l’anno in Italia

A livello nazionale il picco di richieste per DJ da matrimonio è gennaio, si discostano da questo trend il Veneto e il Lazio, nelle due regioni l’animazione musicale è cercata soprattutto nel mese di maggio. In Piemonte i servizi di catering vengono contattati principalmente in settembre, in contrapposizione alla tendenza nazionale che vede la crescita di domanda per questo servizio in aprile.

Italia
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia-Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Nessun dato disponibile per:
%
*Le percentuali rappresentano la domanda relativa al valore più alto della richiesta per un servizio, in un mese e per una specifica regione. Un valore del 100% corrisponde alla più alta richiesta per una servizio in una regione. Un valore di 50% corrisponde alla metà.
© ProntoPro

Dettaglio delle richieste di servizi per matrimonio per regione durante l’anno

genfebmaraprmaggiulugagosetottnovdic
Abito da sposa
Affitto location matrimonio
Allestimenti e decorazioni per matrimonio
Animazione per matrimonio
Catering matrimoni
Dj per matrimoni
Fiorista matrimonio
Fotografo di matrimonio
Parrucchiere matrimonio
Torta nuziale
Trucco sposa
Video matrimonio
Wedding planner
*La percentuale rappresenta la domanda per il servizio in un mese come frazione della domanda per quel servizio nell'intero anno, nella regione scelta.
© ProntoPro

Tutte le ricerche