Servizi più richiesti

I mesi di isolamento forzato a causa del Coronavirus hanno messo a dura prova l’equilibrio fisico e mentale degli italiani. Un supporto silenzioso ma efficace è arrivato dai nostri animali domestici, indispensabili per chi ha trascorso da solo la quarantena, ma anche una piccola scusa per molti per godersi una passeggiata all’aria aperta. ProntoTrends, l’Osservatorio di ProntoPro sul mercato dei servizi, ha quindi deciso di dedicare la propria ricerca mensile ai servizi per il benessere degli animali domestici. I primi sei mesi del 2020 vedono primeggiare le richieste di veterinari, con un picco nel mese di maggio, in concomitanza con l’inizio della Fase 2 dell’emergenza Covid. Per ovvie ragioni invece i Dog Sitter sono passati in secondo piano rispetto al 2019, quando dominavano la classifica dei servizi più richiesti. Stabile negli anni la richiesta di addestramento per i propri cani, un’esigenza sempre molto sentita dagli italiani. Poche oscillazioni anche nella domanda di servizi di toelettatura. Fanalino di coda della classifica i cat sitter, un servizio meno richiesto anche per il fatto che il gatto è notoriamente un animale più autonomo del cane.

1
Stagionalità
Max
Min
2
Stagionalità
Max
Min
3
Stagionalità
Max
Min
4
Stagionalità
Max
Min
5
Stagionalità
Max
Min
Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
*”Stagionalità” indica il moltiplicatore di domanda tra il mese massimo e il mese minimo.
© ProntoPro

Le richieste degli italiani

In Italia gli animali domestici sono in tutto 32 milioni e sono presenti nel 52% delle nostre case (dato Censis 2019), ma quali sono i servizi più richiesti per prendersi cura del loro benessere giornaliero? La prima metà del 2020 evidenzia come 1 italiano su 2 stia scegliendo di investire soprattutto in servizi veterinari: questa figura professionale resta la più autorevole secondo gli italiani per monitorare lo stato di salute del proprio animale. Il 55% delle persone che si rivolge al veterinario lo fa infatti per fissare una visita di controllo. I Dog sitter vengono richiesti dal 66% degli utenti per accompagnare il proprio cane in una passeggiata all’aria aperta, mentre chi usufruisce di un servizio di lavaggio e toelettatura lo fa per sfruttare il servizio completo di toelettatura, che comprende taglio del pelo, lavaggio e taglio delle unghie, scelto dal 52% dei proprietari di animali domestici.

Scelte di investimento

Budget
Nessun dato disponibile
Dog sitter
Nessun dato disponibile
Lavaggio e toelettatura
Nessun dato disponibile
Veterinario
Nessun dato disponibile
Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Preferenza sulla categoria di servizi da mettere a budget

Il veterinario risulta il servizio più richiesto per il benessere del proprio animale, un dato in controtendenza rispetto al 2019, quando la maggior parte dell’interesse degli italiani si rivolgeva verso i dog sitter. Da sottolineare la progressiva crescita negli anni dei servizi legati al lavaggio e alla toelettatura degli animali, la domanda raddoppia nel 2020 rispetto al 2018.

Dog sitter
Dog sitter
Lavaggio e toelettatura
Lavaggio e toelettatura
Veterinario
Veterinario
Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Dog Sitting

Per gli italiani dog sitter fa rima soprattutto con la passeggiata quotidiana da garantire al proprio cane, richiesta dal 66% degli utenti che si affidano a questa figura professionale. Le esigenze lavorative ci tengono lontani da casa per molte ore, e questo non ci permette di portar fuori il cane quanto avrebbe bisogno (almeno 3-4 volte al giorno secondo veterinari e addestratori cinofili), i dog sitter ci aiutano ad ovviare a questa nostra inadempienza. Altri servizi richiesti sono l’esigenza di dar da mangiare al cane (19%) e di fargli compagnia (15%). L’investimento da prevedere per il supporto di un dog sitter si aggira intorno ai 10 euro all’ora, con la possibilità di accordarsi su tariffe forfettarie nel caso si concordi un impegno continutivo.

Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Lavaggio e toelettatura

Sono sempre di più gli italiani che scelgono di affidarsi a mani esperte per il lavaggio del proprio animale. Per questa categoria di servizi la pratica più richiesta (52% di preferenze) è la toelettatura completa, caratterizzata da taglio del pelo, lavaggio dell’animale e taglio delle unghie. Un servizio che può richiedere un investimento di 40 euro per cani di taglia piccola, 50 euro per animali di taglia media. La frequenza con cui lavare il proprio cane dipende molto dal tipo di animale, ma anche dal luogo in cui vive, in generale per cani d’appartamento gli esperti consigliano una toelettatura ogni mese e mezzo/due mesi. Un discorso a parte per i gatti, nel loro caso la distizione è fra pelo lungo e pelo raso. Per la toelettatura dei primi dobbiamo considerare un investimento di 50 euro, nel caso di gatti a pelo corto, che spesso non hanno bisogno di essere lavati ma solo spazzolati e slanati, la spesa si aggira invece attorno ai 35-40 euro, per un’operazione che può essere tranquillamente ripetuta solo una volta all’anno.

Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Veterinario

Il veterinario resta la figura professionale più richiesta per la gestione del benessere animale. Una visita di controllo costa in media 45 euro, ed è una delle principali ragioni per cui gli italiani si recano dal veterinario (55% di preferenze). Il secondo servizio più richiesto è la vaccinazione, il cui costo si attesta intorno ad una media di 45 euro a vaccino. La sterilizzazione è il terzo intervento più richiesto, qui i costi variano a seconda del tipo di animale e del suo sesso: sterilizzare un gatto maschio richiede una spesa di 90 euro, 140 euro nel caso invece di una gattina; per un cane, maschio o femmina che sia, la spesa si aggira introno ai 250 euro. Ancora in pochi si rivolgono al veterinario per l’inserimento del microchip, un’operazione che può richiedere un investimento di 35 euro.

Nessun dato disponibile
Prova a cambiare regione e/o anno.
© ProntoPro

Tendenza delle richieste di servizi per gli animali durante l’anno in Italia

Italia
Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia-Romagna
Friuli Venezia Giulia
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Trentino-Alto Adige
Umbria
Valle d'Aosta
Veneto
Nessun dato disponibile per:
%
*Le percentuali rappresentano la domanda relativa al valore più alto della richiesta per un servizio, in un mese e per una specifica regione. Un valore del 100% corrisponde alla più alta richiesta per una servizio in una regione. Un valore di 50% corrisponde alla metà.
© ProntoPro

Tutte le ricerche