10 cose che non sapevi sul barman per eventi

Pubblicato il 11 ottobre 2018 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Barman

Ogni giorno, grazie a ProntoPro, migliaia di clienti riescono a trovare il professionista che stanno cercando, risolvendo piccoli e grandi problemi quotidiani con il loro aiuto. Dagli artigiani della casa agli esperti del benessere e della persona, sono più di 500 i servizi che si possono ottenere su ProntoPro, ma quanti di questi servizi sono davvero chiari e conosciuti a tutti?

Hai bisogno di un Professionista?
Richiedi un Preventivo Gratis

Abbiamo intervistato  Lepore Claudio, founder della  Barproject Academy, scuola di formazione per barman, per scoprire le curiosità che si nascondono dietro la vita di un barman e tutto ciò che c’è da sapere prima di iniziare a fare questo mestiere.

1. C’è una domanda a cui è bene dare risposta prima di scegliere di diventare un barman professionista: ma quando si dorme?

C’è da dire che nel mondo del bar si dorme, forse anche troppo. Il problema è che è tutto al contrario: ci si abitua alle tapparelle chiuse quando fuori c’è il sole. Questo è quello che ho fatto per anni, fino a quando non ho deciso di volermi godere anche io la bellezza del mattino…ahimè, dormendo qualche ora in meno!

barman

Trova un Barman per eventi

2. Quante ore lavorative puoi arrivare a fare in un giorno se sei un barman?

Tra le 8 e le 9 ore (sempre se l’ultimo cliente rimasto dentro il locale riceve la chiamata di sua moglie che gli ordina di tornare a casa!)

 

3. Fare questo lavoro vuol dire interagire quotidianamente con i clienti. Che carattere dovrebbe avere il barman perfetto?

Inizialmente, può essere difficile interagire ogni giorno con personalità così differenti tra loro ma, con un po’ di esperienza, diventa quasi naturale e ci si trasforma quasi in uno psicologo!  Vorrei dare però alcune dritte: mai parlare di politica, di sport o di religione. Ogni conversazione va poi accompagnata da un sorriso, come una bella garnish su un buon cocktail!

Trova uno Psicologo

4. Quanto si apprende di miscelazione studiando sui libri e quanto, invece, facendo pratica?

Il mondo del bar 2.0 non ammette neofiti e autodidatta. Il bere miscelato a livello professionale non ammette ignoranza o improvvisazioni: il cliente diventa sempre più esigente e attento al mercato. Per rispondere a queste esigenze, l’unica strada è studiare. Solo così si potrà mettere piede dietro il banco, per poter mettere in pratica, sperimentare e divertirsi. Senza uno studio, il rischio è diventare quello che io chiamo “spacciatore d’alcool” e vendere dell’alcool di basso costo e pessima qualità.

barman

5. Qual è il drink che odi preparare? Quello che quando ti viene richiesto ti fa pensare: “oh, no!”.

Esistono molti drinks che sono nati nelle discoteche (e molti, lì, sono anche morti). Sono quei cocktails con nomi particolarmente simpatici, come “invisibile”, “angelo azzurro”, “lamborghini” “tris” e via dicendo. Quando mi viene chiesto uno di questi drinks, inizio a sudare e cerco di mantere la calma! In questi casi, risulta importante lo studio e la teoria di cui parlavo prima perché è qui che si nota il vero professionista. Bisogna essere in grado di dare i giusti consigli al cliente, proponendogli alternative che possano essere di suo gusto più del drink che ha richiesto: cocktails internazionali  che gli permettano di bere di qualità!

 

 

 

6. Avendo un’ampia conoscenza dei drinks, quando hai voglia di bere qualcosa, ti destreggi in elaborate preparazioni o opti per scelte semplici come birra, vino o un gin tonic?

Sicuramente, avendo a disposizione una vasta gamma di cocktails internazionali, ognuno di loro può ispirarmi per creare una variante che possa essere di mio gusto. Non posso però nascondere il mio immenso amore per i vini naturali (obbligatoriamente rossi), per le birre artigianali non pastorizzate e per i buoni distillati.

 

7. Dopo tutto il tempo che passi dentro un bar: quando non lavori e hai voglia di uscire, vai in un bar?

A volte, mi ritrovo in un bar dopo solo pochi minuti aver chiuso il mio. Ci si incontra spesso nei bar con amici o altre persone del settore. Ci godiamo la notte e ci rilassiamo (parlando spesso di “storie da bar”).

 

8. I film ci hanno spesso mostrato la scena stereotipata del cliente seduto al bancone che sfoga i suoi problemi personali sul barman. Succede veramente?

Succede molto spesso di avere al bancone delle persone che in quel momento hanno bisogno di te. Persone abbandonate o che, magari, hanno scelto di rimanere sole, sorseggiando un buon drink o un distillato. Quello che i film non mostrano è che molto spesso capita anche al bartender di voler fare due chiacchiere con l’unico cliente rimasto al locale! In questi momenti, capita di condividere sorrisi, delusioni, passioni… il tutto accompagnato da un “cheers”.

barman

Trova un Corso per barman

9. Un bravo barman deve anche avere una vena creativa. Ma fin dove ci si può spingere nel rivisitare un grande classico?

Penso che la creatività sia la prerogativa di un grande barman, insieme alla passione, alla determinazione e al sorriso. Un grande classico però, a mio parere, ha bisogno di minimalismo e semplicità. Molte volte si è alla ricerca di qualcosa di quasi impossibile, senza rendersi conto che la soluzione è proprio sotto i nostri occhi. La semplicità di un Martini cocktail con ostrica o di un Negroni con cipolla rossa caramellata. Semplicità e tradizione in un drink, evviva questa bellissima arte!

 

10. C’è un limite d’età che pensi non debba essere superato per iniziare a fare questo lavoro?

Teniamo conto che a 17 anni è più comune lavorare nei club e nei bar, mentre dai 20 ai 50 anni ci si può esprimere in cocktail bar, classic hotel, navi stellate, ristoranti, villaggi etc… Penso che comunque l’importante sia l’energia che si deve trasmettere dietro il banco e quella che serve per essere sempre in primo piano. Il banco è il palcoscenico e tu sei l’attore. Penso che sia positivo iniziare il prima possibile, io feci le mie prime esperienze che ero ancora un ragazzino, ma il numero, tutto sommato, non conta: ciò che conta è la dedizione.

 


Sei un Libero Professionista o un’Azienda di Servizi ?

Iscrivendoti gratis alla nostra piattaforma, ricevi richieste di lavoro da clienti nella tua zona!

La registrazione ti garantisce una pagina personale online visibile da migliaia di potenziali clienti. Non c’è nessun abbonamento né costo fisso. Soltanto se e quando decidi di rispondere ad una richiesta di lavoro che ti interessa, avrai un costo minimo chiaramente esplicitato.

Iscriviti gratis

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
Postato in: I tuoi eventi
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.