Come cucinare i cavolini di Bruxelles: alcune ricette

Pubblicato il 5 ottobre 2018 da ProntoPro
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

I cavolini di Bruxelles sono i germogli del cavolo di Bruxelles, che crescono lungo il fusto del cavolo di Bruxelles fino a diventare grandi come una noce. Si raccolgono in momenti differenti dell’anno perché non maturano tutti nello stesso momento, essendo verdure invernali.

Ma prima di vedere come cucinare i cavolini di Bruxelles, vediamo come prepararli.

 

cavolini

Preferisci rivolgerti ad uno chef a domicilio?
Richiedi un Preventivo Gratis

Come si preparano i cavolini di Bruxelles

Se si acquistano dei cavolini freschi, bisogna guardare che siano ben chiusi, croccanti e di colore verde brillante. Ma ovviamente prima di cucinarli, vanno assolutamente puliti ed è semplicissimo farlo. Basta pareggiare il torsolo, eliminare le foglie sciupate e lavarli in acqua fredda, cambiandola 2 o 3 volte.

Inoltre, prima di cucinarli, vanno prelessati, bollendoli in acqua e sale finchè non diventano teneri. Poi basta scolarli, passarli in acqua fredda e farli sgocciolare.

Se invece si acquistano dei cavolini già puliti, prelessati e surgelati, basta versarli in acqua bollente salata e poi procedere come per quelli freschi.

Ma ora finalmente vediamo come cucinare i cavolini di Bruxelles.

 

Come si cucinano i cavolini di Bruxelles

Quindi, come cucinare i cavolini di Bruxelles? E’ piuttosto semplice. I cavolini di Bruxelles vanno mangiati cotti e bolliti in acqua salata. Se si vuole cuocerli al forno, è meglio tenerli in acqua per 15 minuti. Per una cottura completa, invece, conviene lasciarli in acqua 25 minuti. Inoltre, prima di cuocerli, è sempre meglio eliminarne il torsolo più duro e le foglie più esterne.

I cavolini sono spesso utilizzati come contorno da abbinare alla carne, ma li si può anche mangiare da soli, assieme magari a una crema di formaggio, a dell’uva, a dell’uvetta, a una salsa di panna e noce moscata, oppure a delle mandorle o a delle noci. Queste verdure, però, hanno un sapore amarognolo, che si può eliminare lessandole o caramellandole con dello zucchero di canna o di sciroppo d’acero e un goccio di acqua.

 

Alcune ricette con i cavolini di Bruxelles

 Cavolini con mostarda e uva

Per prima cosa, bisogna dividere a dadi 60 grammi di mostarda di frutta e nel frattempo far sciogliere 60 grammi di burro in un tegame antiaderente, non facendolo scurire. In seguito, si uniscono 600 g di cavolini prelessati e li si rosola un minuto a fuoco medio, mescolandoli. Si insaporisce il tutto con pepe e mostarda e lo si bagna con 2 cucchiai di aceto, facendolo evaporare un minuto a fuoco alto. In ultimo, si aggiungono 60 grammi di acini di uva bianca divisi a metà e senza semini.

I cavolini di Bruxelles con mostarda e uva sono particolarmente adatti alla carne di maiale, al petto di anatra o alla faraona.

Cavolini con grana e bacon

Per cucinarli bisogna ungere una padella con del burro e posizionarci circa 800 g di cavolini prelessati. Poi si aggiunge un po’ di noce moscata e 2 cucchiai di grana grattugiato e li si cosparge con 200 g di besciamella. Si lascia rosolare il tutto per 30 secondi in un tegamino, con un cucchiaio di burro e 100 g di pancetta affumicata e poi lo si versa sulla besciamella. Infine si inforna il piatto a 220 gradi fino a quando non si sarà formata una leggera doratura.

I cavolini di Bruxelles con grana e bacon sono particolarmente adatti come secondo piatto o come contorno dell’arrosto di vitello o della fesa di tacchino.

Cavolini con salsa all’arancia

Per cucinarli bisogna procurarsi del succo di metà arancia filtrato e poi versarlo in una ciotolina con aceto balsamico, sale e pepe, insieme a 5-6 cucchiai di olio extravergine. In seguito, si versa questa salsina sui cavolini prelessati e gli si uniscono 20 grammi di uvetta ammollata 5 minuti in acqua calda. Infine, basta aggiungere una grattugiata di scorza di arancia e il piatto è pronto.

I cavolini di Bruxelles con salsa all’arancia sono particolarmente adatti come contorno dei nodini di vitello e come antipasto.

Cavolini in pastella allo zafferano

Per cucinarli bisogna versare in una ciotola 100 grammi di farina, un albume e una bustina di zafferano. Poi si mescola tutto e si unisce dell’acqua fredda in modo da ottenere una pastella consistente ma fluida. In aggiunta, si tagliano 600 g di cavolini lessati a metà e li si infilza con uno spiedino di legno. Poi li si tuffa nella pastella e li si mette in una padella antiaderente contenente 300 ml di olio di arachidi scaldato. Quindi, si friggono i mezzi cavolini per circa 5 minuti, poi li si scola e infine li si condisce con del sale.

I cavolini di Bruxelles in pastella allo zafferano sono particolarmente adatti come stuzzichino per l’aperitivo, come contorno delle cotolette alla milanese o delle bracioline di agnello impanate e fritte.

Cavolini con panna e tuorlo

Per cucinarli bisogna sciogliere 40 grammi di burro in una padella e poi rosolarci 600 g di cavolini prelessati per circa un minuto. In seguito, si uniscono 2 tuorli a 200 ml di panna liquida, con sale e pepe. Poi si unisce il composto ai cavolini e lo si cuoce fino a quando non diventa cremoso. Una volta pronto, lo si guarnisce con delle foglie di prezzemolo.

I cavolini di Bruxelles con panna e tuorlo sono particolarmente adatti come contorno di arrosti di carne bianca o come secondo.

Riassunto
recipe image
Nome ricetta
Come cucinare i cavolini di Bruxelles
Autore
Pubblicato il

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da ProntoPro
Postato in: Il tuo benessere
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.