Come sturare il lavandino usando prodotti di facile reperibilità

Pubblicato il 6 Aprile 2017 da Andrea
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin

Come sturare il lavandino usando prodotti di facile reperibilità

In casa può succedere a tutti di ritrovarsi con lo scarico del lavandino otturato.

Leggendo questo articolo potrete vedere come sturare il lavandino, cioè come sgorgare un lavandino otturato.

Inizialmente si proporranno dei rimedi per liberare lo scarico del lavandino senza bisogno dell’utilizzo di utensili o arnesi. Poi si vedrà come sturare il lavandino utilizzando la molla sturalavandini, un oggetto che non tutti conoscono ma che, vedrete, avrà una resa sicuramente ottima. In ogni caso, per problematiche idrauliche più complesse, si può sempre contattare il miglior idraulico della vostra zona.

Entriamo nel vivo della questione e vediamo come sturare il lavandino con prodotti di uso comune.

come sturare il lavandino

Rimedi con prodotti di uso comune per problemi con lo scarico del lavandino.

Se siete arrivati qui avete un problema con lo scarico del lavandino e volete sapere qualche rimedio che vi indichi come sturare il lavandino.

Per risolvere il vostro problema e dunque sgorgare il lavandino vi sono diverse possibilità, tutte caratterizzate dall’utilizzo di prodotti di facile reperibilità. Vedrete che questi prodotti già li avete in casa vostra.

Passiamo quindi ad elencare questi rimedi per sgorgare il lavandino:

  • potete utilizzare sale e bicarbonato: con 4 cucchiai di sale grosso e altri 4 cucchiai di bicarbonato di sodio versati sullo scarico potete liberare lo scarico del lavandino in davvero pochissimo tempo e senza alcuna fatica semplicemente versando sul composto abbondante acqua bollente;
  • potete utilizzare bicarbonato ed aceto: questi prodotti, se abbinati, reagiscono chimicamente e consentono lo sblocco delle tubature intasate;
  • potete utilizzare il sapone per i piatti: versando un po’ di sapone per i piatti e lasciandolo agire per circa mezz’ora potrete non solo sgorgare il lavandino, ma anche liberarlo da eventuali incrostature, oltre che restituire alle tubazioni un buon profumo;
  • potete utilizzare le bibite gassate: versando queste bibite nello scarico del vostro lavandino otturato potrete liberarlo già dopo averle fatte agire pochi minuti;
  • potete utilizzare la soda caustica (se il problema è particolarmente grave): con questo prodotto, da utilizzare solamente se i rimedi precedenti non hanno funzionato, il vostro lavandino si libererà certamente dell’ingorgo che lo ostruisce; tuttavia è un rimedio estremo (ne basteranno 2 cucchiai), per questo dovete utilizzare delle precauzioni (ad esempio indossando guanti e evitando qualsiasi contatto diretto con il prodotto).

Ecco un brevissimo video che mostra come procedere nel caso di utilizzo di aceto e bicarbonato.

Ricapitoliamo: come sgorgare il lavandino?

Abbiamo visto come sturare il lavandino con prodotti di largo consumo e facile reperibilità.

Tra questi prodotti, alcuni sono addirittura prodotti naturali che certamente avrete già nella vostra cucina (come l’aceto, il sale e il bicarbonato), altri, pur non essendo naturali, sono comunque sicuramente presenti nella vostra abitazione (il sapone per i piatti). Solo la soda caustica non è così scontato che l’abbiate a casa vostra. Tuttavia, come detto, quest’ultimo prodotto è molto forte e dovrete utilizzarlo con estrema cautela.

In ogni caso, per problemi gravi con le tubazioni, non esitate a contattare gli idraulici più vicini a voi. Il preventivo è gratuito.

come sturare il lavandino

Guida all’utilizzo della molla sturalavandini

Non sempre può bastare un semplice composto per sturare il vostro lavandino. Alcune volte c’è bisogno di un’intervento di maggiore “forza”.

Come accennato all’inizio di questo articolo, ora andremo a vedere come sturare il lavandino utilizzando la molla sturalavandini, un arnese interessantissimo, di facile utilizzo e di sicura resa.

La molla sturalavandini è un utensile composto da una molla inserita all’interno di una capsula filettata, ed è fatta di una fibra metallica resistente e flessibile..

Molto utilizzata dagli idraulici, ma di facile utilizzo per chiunque, questo arnese risolve i problemi degli scarichi con ingorghi in maniera efficace e soprattutto veloce.

Vediamo come utilizzare questa molla sturalavandini.

L’utensile è composto di una manovella con la quale manovrarlo. Utilizzando la manovella bisognerà inserire nel lavandino otturato la parte composta da due tubi tra loro intrecciati.

Ecco come procedere.

Aprite l’acqua e lasciatela sgorgare, quindi inserite l’arnese nella tubatura, girando la manovella in modo da penetrare nelle tubazioni otturate più in profondità che potete. Quando la manovella si bloccherà sarà il segnale che la molla avrà “catturato” le parti e i residui che creavano l’ingorgo. A questo punto girate la manovella in senso contrario e delicatamente, ritraendo così l’utensile. Una volta ritirata, pulite la molla e, se serve, ripetete l’operazione. In conclusione, per pulire il tubo di scarico alla perfezione, utilizzate i rimedi che sono stati segnalati sopra. A questo punto il vostro lavandino sarà come nuovo.

In conclusione, abbiamo visto come sturare il lavandino sia con prodotti di facile reperibilità che con un utensile davvero interessante, la molla sturalavandini. La scelta dell’uno o dell’altro rimedio dipenderà dalla gravità del problema.

Chiedi un preventivo ai nostri professionisti!

 

Chiedi un preventivo

Riassunto
Titolo
Come sturare il lavandino usando prodotti di facile reperibilità
Descrizione
Scarico del lavandino otturato: ecco come sgorgare il lavandino con dei facili rimedi.
Autore
Pubblicato da
ProntoPro
Logo

Condividi l'articolo:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin Condividi su Linkedin
Pubblicato il da Andrea
Postato in: Senza categoria
TAG:
Articoli correlati:

CODICI E CODICILLI - Madrelingua traduttrice, proofreader, ed insegnante di inglese e italiano

Traduzioni a Firenze
scritto da Roberto S il 20/11/2017
Mi sono avvalso di Eleonora Harris per la traduzione in inglese del nostro sito web aziendale. Oltre all'indubbia capacità tecnica ho potuto...

GS di Simonelli Giacomo

Idraulico a San Secondo Parmense
scritto da Maddalena B il 20/11/2017
Bravissimo Giacomo che ha risolto il problema in brevissimo tempo con un'ottimo risultato! da ricontattare sicuramente se dovessi averne anc...

Antennista elettricista

Elettricista generico a Ciampino
scritto da Cristian V il 20/11/2017
Sono stati professionali, rapidissimi, e hanno risolto brillantemente il problema. Trattamento economico e giusto, mi hanno poi offerto un m...

Luca Gomiero

Rifacimento intonaco pareti a Treviso
scritto da Vukadinovic M il 20/11/2017
Che dire... non potevo fare una scelta migliore! Ho contattato Luca per l'isolamento di una terrazza e la dipintura interna di casa. Il lavo...

Birolini manutenzioni srl

Manutenzione o revisione caldaia a Bergamo
scritto da Mara I il 19/11/2017
Eccellente servizio, puntuale, preciso e professionale. Il preventivo è stato chiaro ed il tecnico molto corretto nella spiegazione e applic...

Bolzonella Andrea posa levigatura e restauro pavimenti e scale in legno

Lucidatura parquet a Dolo
scritto da Antonio M il 19/11/2017
Bolzonella Andrea, ottimo artigiano è un vero professionista del parquet, competente, serio, gentile e puntuale ha eseguito la lamatura, st...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Come funziona ProntoPro

Fai la richiesta
1

Fai la richiesta

Indica di che cosa hai bisogno in pochi click.
Confronta i preventivi
2

Confronta i preventivi

In poche ore riceverai fino a 5 preventivi personalizzati.
Scegli il professionista
3

Scegli il professionista

Scegli il professionista più adatto a te dopo aver confrontato le offerte e consultato i profili.